Cerca

Montare una porta scorrevole

Come montare una porta scorrevole interno muro


Le fasi dalla posa del controtelaio all’installazione del pannello porta

Il montaggio di una porta scorrevole a scomparsa presuppone l’installazione di un controtelaio, struttura metallica diversa a seconda della tipologia di parete (intonaco oppure cartongesso) e del modello di porta scelta (per esempio con stipiti oppure senza stipiti).

Assemblaggio controtelaio ECLISSE Unico per cartongesso

Controtelaio ECLISSE Unico, versione per cartongesso

Assemblaggio controtelaio ECLISSE Unico per intonaco

Controtelaio ECLISSE Unico, versione per intonaco

La fase di posa del controtelaio viene svolta tipicamente da un muratore se le pareti sono in intonaco oppure da un falegname o da un appassionato di fai da te se le pareti sono in cartongesso.

Ovviamente se si è già provveduto ad installare il controtelaio si può procedere direttamente alla FASE 2 riportata qui sotto riguardante il solo montaggio della porta scorrevole a scomparsa

FASE 1 - INSTALLAZIONE DEL CONTROTELAIO

Montaggio del controtelaio (versione cartongesso)

  • Estrarre il prodotto dalla confezione, accertandosi di non togliere il frontalino metallico.
  • Inserire il binario nel punto di aggancio e spingere fino sentire il clic. Non rimuovere il polistirolo.
  • Agganciare il montante verticale al binario piegando le linguette. Piegare le zanche prestampate.
  • Inserire il distanziatore.
  • Inserire la barra di allineamento.

Posa in opera controtelaio ECLISSE Unico - versione pareti intonaco

La posa vera e propria può avvenire sia a pavimento grezzo sia a pavimento finito. Nel primo caso prima della posa in opera del controtelaio estrarre le alette del sottoporta, e successivamente, durante la posa, inserire dei chiodi nei fori delle alette e annegarli nel getto come riportato nel disegno. Nel caso in cui il pavimento sia finito, prima della posa in opera del controtelaio estrarre le alette del sottoporta, e fissare il telaio a pavimento con dei tasselli.

È necessario inserire un architrave lasciando una luce di circa 1 o 2 cm tra l’architrave e la traversa superiore del controtelaio. 

L’intonacatura

Il controtelaio è una struttura metallica che, integrata nella muratura di materiali inerti, va a formare un'unica parete. Poiché tale struttura è soggetta a vibrazioni, per evitare l'insorgere di fessurazioni/deformazioni, seguire attentamente le fasi indicate.

Prepare e utilizzare un impasto come segue:

  • Malta cementizia preparata per muratura/intonaco (con granulometria > 3mm) EN 998-2 CLASSE M5 (M3 secondo D.M. 20/11/87) 
  • Aggiunta del 15% cemento Portland a calcare EN 197-1 CEM II/B - L 32,5 N 
  • Aggiunta acqua di acquedotto secondo le indicazioni fornite dal produttore della malta


Prima fase - sprinz e rinzaffo

Nella prima fase la malta deve essere sprizzata a cazzuola rovescia sino a coprire la superficie della rete metallica del controtelaio. È necessario lasciare ad asciugare per almeno 15 giorni. 

Seconda fase - livellatura dell’intonaco

Nella seconda fase la malta deve raggiungere lo spessore di finitura, dev'essere ben livellata mediante staggiatura. In questo caso la fase di asciugatura si limita ad alcuni giorni.  

Terza fase - finitura dell’intonaco malta fina

Dopo essersi assicurati che la superficie sia asciutta, è possibile procedere con l’applicazione di una successiva mano di intonaco con impasto adeguato. Durante le fasi di lavorazione si consiglia di evitare forti sbalzi termici. Si raccomanda di eseguire le lavorazioni entro un range di temperatura non inferiore a + 5°C e superiori a +30°C. Non eseguire lavorazioni su supporti gelati.

Dopo aver ultimato la fase di intonacatura del controtelaio, è possibile procedere all’estrazione della barra di allineamento. Per fare questo è sufficiente piegare le coste verticali della barra con una tenaglia in prossimità del frontalino  e piegare la barra verso l’alto di circa 90° fino a sfilarla dalla propria sede.

Istruzioni di montaggio

Montaggio Unico - Intonaco

Posa in opera controtelaio ECLISSE Unico - versione pareti cartongesso, spessore 100 mm

Procedere all’assemblaggio della parte cassone partendo dal basso posizionando la prima traversina a incastro sui montanti (foto A). Unire il sopraporta della parte cassone ai montanti avvitandolo utilizzando le viti. Incastrare le traversine della parte cassone ai montanti e completarne il fissaggio nei due lati (foto B).  Inserire quindi gli spessori di polistirolo provvisori fra le traversine (foto C).

Posizionare la traversa completa di binario nel sopraporta e spingerla a fondo fino al “click” di aggancio (foto D). Avvitare la traversa completa di binario da sopra usando le viti del sacchetto. Assemblare il montante di battuta metallico al binario inserendo le linguette della traversa. Fissare il montante di battuta metallico al binario piegando, con l’aiuto di un martello, le linguette della traversa (foto E).

Piegare le estremità. dei distanziatori provvisori e assemblare i medesimi ai montanti. Fissare il controtelaio a pavimento utilizzando le staffe di fissaggio o il profilo a (U) della tramezzatura (foto F).

Controtelaio ECLISSE Unico in struttura per cartongesso
Traversina a incastro sui montanti
Foto A
Incastro traversine ai montanti
Foto B
Inserire gli spessori in polistirolo
Foto C
Posizionamento traversa completa di binario
Foto D
Fissaggio montante al binario
Foto E
Piegare le estremità dei distanziatori
Foto F

Al fine di ottenere un funzionamento corretto della porta, il controtelaio posato dovrà essere perfettamente verticale e a piombo.

Successivamente assemblare gli elementi metallici della struttura di supporto (la tramezza) al controtelaio avvitandoli.

Istruzioni di montaggio

Montaggio Unico - Cartongesso Incastro

Posa in opera controtelaio ECLISSE Unico - versione pareti cartongesso, spessore 125 mm

Per assemblare il controtelaio per spessore parete finita 125 mm, svitare il frontalino già assemblato e seguire le istruzioni riportate nella seconda parte del documento qui sotto. 

Scarica le istruzioni complete di posa di un controtelaio ECLISSE Unico (versione incastro) per pareti in cartogesso sp. 100-125 mm.

FASE 2 - MONTAGGIO PORTA SCORREVOLE 

Dalla scatola del kit ferramenta inserito all’interno del controtelaio, estrarre i due carrelli a 4 ruote insieme al guida porta e al resto dei componenti. Inserire la vite dal lato delle due sporgenze. Inserire entrambi i carrellini all’interno del binario. 

Completare il montaggio del guida porta auto centrante e posizionarlo in prossimità della bocca del cassone e avvitare le due viti.  Fissare la staffa a circa 12 centimetri dal bordo in alto del pannello porta e avvitare le quattro viti. Ripetere l’operazione sul lato opposto.

Procedere con l’installazione del kit di chiusura. Agganciare le staffe del pannello porta ai carrellini. Per completare l’installazione degli elementi di finitura quali stipiti e cornici fare riferimento al video di montaggio sotto. Stipiti e coprifili si possono fissare a secco tramite viti e chiodini per i coprifili, ma anche tramite silicone/schiume. Diamo la libertà ai posatori di utilizzare il sistema che preferiscono.

L’unico consiglio è di non eccedere nell’uso di silicone e/o colle, per permettere la rimozione in caso di manutenzione o installazione accessori.

Video di montaggio di una porta scorrevole in legno su controtelaio ECLISSE Unico

Montaggio Kit ferramenta

Preferisci un muro in cartongesso o intonaco

Il controtelaio di una porta a scomparsa può essere destinato a pareti rivestite con lastre in cartongesso, oppure con uno strato di intonaco. Dipende da quale risultato vuoi ottenere e dalle condizioni architettoniche di partenza.

Ad esempio, su costruzioni esistenti, o nel caso volessi utilizzare una porta scorrevole per separare lo spazio di una stanza, la soluzione con struttura aperta, ovvero per pareti in cartongesso può essere la soluzione migliore e più rapida da installare.

CON STIPITI

Ideale nei contesti classici.

VAI ALLA LISTA PRODOTTI

SENZA STIPITI

Ideale nei contesti moderni.

VAI ALLA LISTA PRODOTTI

CON STIPITI A FILO MURO

Linee pulite e esclusive.

VAI ALLA LISTA PRODOTTI

5 cose da sapere quando stai montando una porta scorrevole

Installare una nuova porta scorrevole a scomparsa è un lavoro di precisione che ti consigliamo di far svolgere da uno dei nostri rivenditori autorizzati.
Puoi trovare le istruzioni di montaggio nella nostra sezione dedicata al Supporto Tecnico

Il prezzo da pagare per una installazione non corretta è potenzialmente alto:

  • mal funzionamento dell’apertura della porta

  • rapida usura dei componenti

  • danni alla porta

Ecco perché abbiamo brevettato dei componenti che permettono non solo di installare a regola d’arta una porta scorrevole, ma consentono di intervenire in qualsiasi momento, anche dopo che cassamatta o la porta sono state fissate.

1. Il nostro binario estraibile

Cosa succede se si sporca il binario o si usura nel tempo?

Tranquilli, non è necessario buttare giù la parete o interventi costosi di manutenzione. Il nostro binario brevettato è facilmente estraibile permettendoti di pulire la sede di scorrimento della porta, oppure di installare degli accessori, come il rallentatore ECLISSE BIAS® o l'Autochiusura.

2. La barra di allineamento

Se vuoi che la porta scorra perfettamente, il controtelaio deve essere allineato alla verticale con il pavimento, o in bolla.

Per semplificare la posa abbiamo brevettato una barra di allineamento che collega il montante verticale del controtelaio con il montante di battuta della porta, per ottenere una struttura più rigida e più facile da installare. Una volta ottenuta una disposizione a regola d’arte, è possibile toglierla.

3. Le traversine orizzontali rinforzate

Le traversine sono presenti sia nei telai per cartongesso, sia in quelli per intonaco. Ma hanno strutture differenti e inoltre rispondono a compiti diversi, ma in entrambi i casi migliorano la resistenza alla flessione laterale, questo perché una struttura rigida è in minima parte soggetta all’usura e quindi tende a durare maggiormente senza alterare la propria usabilità.

4. Il profilo sottoporta a strappo

Nel caso di nuove costruzioni o ristrutturazioni può accadere che ci siano differenze tra la base del telaio già installato e la quota del pavimento finito. Il risultato sarebbe una porta che scorre troppo alta rispetto al pavimento, lasciando percepire una antiestetica fessura al di sotto. Il nostro profilo brevettato può essere staccato con lo stesso principio di una scatoletta di tonno regalando all’installatore uno spazio extra per la regolazione dell’altezza della porta.

5. La rete debordane zigrinata

Se installi una porta scorrevole, quello che non vorresti mai vedere sono delle antiestetiche crepe sulla parete.

La posa dell’intonaco sulla rete della cassamatta è spesso difficoltosa, perché non aderisce completamente alla parete, scivola o si stacca. Un risultato non soddisfacente potrebbe generare dei difetti e influenzare il corretto scorrimento dell’anta, anche a distanza di tempo.

La rete che utilizziamo è caratterizzata da micro incisioni e viene realizzata con una maglia più stretta (25 x 50 mm) e successivamente posata ad una leggera distanza dalla lamiera del cassone.  La scelta di adottare questa soluzione permette una migliore adesione dell’intonaco e di conseguenza un miglior risultato finale.

Ma perché è debordante? Per unirsi più facilmente con la struttura muraria e semplificare così le operazioni di posa.

Montare una porta scorrevole filo muro

La collezione Syntesis® è per noi sinonimo di filo muro, la soluzione che non prevede l’installazione di stipiti. Linee pulite, raffinate che si adattano perfettamente a contesti moderni, di design.

Le condizioni di installazione di un controtelaio per porta scorrevole a filo muro sono le stesse di un telaio che prevede stipiti e coprifili.

Quello che caratterizza un telaio a filo muro è la presenza di elementi pre-intonacati e/o predisposti a essere verniciati.

Profili a struttura integrata

Montanti verticali, traversa superiore e montante di battuta preintonacati nella versione intonaco, e da stuccare nella versione cartongesso.

Guarnizioni per traversa superiore

Le guarnizioni orizzontali possono essere dipinte con la stessa finitura della parete.

Vorresti far passare un impianto elettrico sulla cassa della porta scorrevole?

Ci sono casi in cui la scarsità di spazio obbliga la posa di un impianto elettrico sulla parete in cui scorre una porta a scomparsa. Succede più spesso di quanto si pensa, soprattutto in quei contesti dove gli spazi sono ottimizzati al massimo.

La maggior parte dei telai in commercio non permette questa operazione e bisogna arrendersi a scelte scomode o impraticabili.

Il telaio di ECLISSE Luce e ECLISSE Syntesis® Luce (se preferisci una soluzione senza stipiti), sono stati ideati proprio per rispondere a questa particolare esigenza.

Porta scorrevole e muro portante

Avete mai provato ad appendere una mensola o un pensile sul muro in cui scorre una porta a scomparsa?

Ve lo sconsigliamo, in quanto la parete non è predisposta a reggere carichi eccessivi, inoltre le viti o i chiodi potrebbero oltrepassare il telaio e danneggiare la porta.

ECLISSE EWOLUTO® è stato realizzato in collaborazione con l’istituto CSI proprio per oltrepassare questo limite. Il controtelaio diventa una vera parete in grado di resistere ai carichi di mensole, quadri, maniglie e pensili. Massima libertà di arredare la tua casa, anche in condizioni di spazio limitato.