FAQ

Acquisto

E’ possibile acquistare i prodotti Eclisse direttamente dall’azienda?

No, Eclisse non dispone di un canale di vendita diretta ma si avvale di una rete di Rivenditori Autorizzati sparsi sul territorio.

Dove posso trovare il Rivenditore Autorizzato più vicino a casa mia?

Per conoscere il Rivenditore Autorizzato più vicino ti invitiamo a chiamare il nostro numero 840 000 441 o a visitare la sezione Rete di vendita.

Dove posso ricevere assistenza e acquistare un accessorio o un ricambio?

Per ricevere assistenza  e acquistare accessori o pezzi di ricambio, rivolgersi al Rivenditore Autorizzato più vicino.

Come faccio a conoscere i prezzi dei modelli?

Per conoscere i prezzi dei controtelai Eclisse, rivolgersi ai Rivenditori Autorizzati.

Perché i controtelai Eclisse costano di più rispetto a tante altre marche?

I controtelai Eclisse hanno un prezzo medio superiore alla media di mercato perché impiegano circa il 30% in più di lamiera rispetto alla concorrenza. Crediamo che la robustezza sia un requisito fondamentale per un controtelaio, una necessità per cui il cliente è disposto a pagare una maggiorazione di prezzo.

Quali sono i tempi di consegna?

I tempi di consegna variano a seconda dei modelli, della distribuzione territoriale dei rivenditori e delle giacenze a magazzino presso di questi. Per un’informazione precisa, ti invitiamo a rivolgerti direttamente al Rivenditore più vicino alla tua zona di residenza.

Si possono acquistare controtelai curvi?

Eclisse è stata la prima azienda a presentare sul mercato un controtelaio che fa scomparire una o due ante speculari curve. Il modello si chiama Circular e la sua produzione praticamente artigianale permette realizzazioni estremamente personalizzate, in base alla porta e alle esigenze del singolo cliente.

I controtelai hanno misure già definite o possono essere realizzati su misura?

Normalmente in commercio si possono trovare controtelai che ospitano i normali pannelli scorrevoli standard presenti nel mercato.

Eclisse propone sistemi scorrevoli che coprono un range molto ampio di misure. A catalogo abbiamo modelli che possono essere inseriti in vani con ingombri minimi (a partire da 1 metro) o adatti a coprire aperture extra large (fino a 4,70 metri). La robustezza strutturale tipica dei controtelai Eclisse viene incrementata per garantire in tutta sicurezza luci di 1500 x 2900 mm per anta.

Su progetto i nostri tecnici posso disegnare anche strutture su misura.

Come faccio a beneficiare delle detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni?

La sostituzione di una vecchia porta a battente con una nuova scorrevole a scomparsa necessita di una semplice comunicazione di inizio attività da inviare al Comune dove si trova l’immobile.

Tutti i controtelai Eclisse permettono di usufruire dei benefici fiscali del 50% per le ristrutturazioni

  • Cosa rientra nella detrazione IRPEF del 50%?

La detrazione IRPEF del 50% è applicabile a tutti i lavori di fornitura e posa in opera necessari alla trasformazione, compresa la demolizione della porzione di muro.

  • Come ottenere il rimborso?

E’ sufficiente procedere attraverso:

- Il pagamento dei prodotti e della prestazione di posa tramite bonifico bancario o postale da cui risulti la causale del versamento (“Saldo/Acconto Fattura n° xx del xx/xx/xxxx per ..... ai sensi della legge 449/97 art.1 - sconto IRPEF per interventi sul patrimonio edilizio"), il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento. Deve essere il rivenditore a compilare la causale del versamento.

- L'archiviazione della comunicazione inviata al Comune, delle fatture di acquisto e di posa e delle contabili dei bonifici effettuati.

Non è necessario spedire alcuna documentazione.

  • In quanti anni avviene il rimborso?

Il rimborso avviene in sede di dichiarazione dei redditi e viene ripartito in 10 quote di pari importo e in 10 anni.

Assistenza & Garanzia

Quali garanzie offre Eclisse ai suoi prodotti?

Eclisse estende a 12 anni la copertura della garanzia con riferimento a:

- parti metalliche del controtelaio in acciaio zincato;
- funzionalità e scorrevolezza dei suoi kit di carrelli;
- l’integrità del binario realizzato in lega di alluminio 6060 anodizzato (10 µm).

Per un approfondimento sulla garanzia Eclisse si veda la sezione Azienda.

Dove posso scaricare le schede tecniche?

Le schede tecniche si possono scaricare all’interno dell’area Supporto accessibile direttamente dall'header della home page.

Posso richiedere cataloghi, brochure e altro materiale informativo?

I cataloghi, le brochure, i certificati e altro materiale informativo possono esser scaricati accedendo alla sezione Supporto del sito, oppure facendone richiesta direttamente attraverso il form contatti.

Sì, su richiesta è possibile ordinare controtelai con misure diverse dagli standard e definite dall’utente. Per vedere la gamma completa di misure possibili, fare riferimento alla sezione "fuori misura" della scheda tecnica di ciascun articolo.

Eclisse svolge attività di assistenza tecnica all’interno dei cantieri?

Eclisse non svolge attività di supervisione ed assistenza presso i cantieri, fatta eccezione per alcuni casi eccezionali.

Installazione - Controtelai Per Interni

Quali sono le dimensioni minime e massime di luce di passaggio per i controtelai da interni?

Un controtelaio per interni ad anta singola mod. Unico versione cartongesso e spessore parete finita 150 mm è disponibile:

H minima 500 mm, massima 2900 mm, L minima 600 mm, massima 2000 mm.

Quando è il momento durante la ristrutturazione in cui bisogna installare il controtelaio?

Le soluzioni Eclisse sono sempre più adottate nei lavori di ristrutturazione interna degli edifici, perché facili da installare e perché consentono di recuperare centimetri preziosi. Non c’è un momento preciso perché l’installazione non intralcia con altre opere, se non quelle legate alla parete interessata.

In presenza di un muro in laterizio già esistente, è bene adottare semplici accorgimenti. Dopo aver rimosso la vecchia porta a battente, si asporta con flex o martello la porzione di muro necessaria per l’installazione del cassone del controtelaio. In questa fase è bene verificare che, nella porzione di muro che andrà rimossa, non ci siano vincoli (cavi elettrici, impianti idraulici, pilastri o altro). Si può ora procedere all’installazione del controtelaio versione intonaco, con l’accortezza di posare sopra ad esso un architrave. A conclusione, sarà necessario rifinire l’intera parete con intonaco e pittura. Il falegname procederà quindi con l’installazione della porta scorrevole a scomparsa completa di stipiti. Il tutto può essere eseguito in una sola giornata di lavoro. Pavimento esistente o riscaldamento a pavimento non hanno alcuna controindicazione per l’installazione di un sistema Eclisse.

Qualora non si voglia demolire e si possa allargare lo spessore dell’intera parete, si può anche addossare al muro esistente un sistema scorrevole per cartongesso, rivestendolo poi con le apposite lastre.

Nella parete in cui ho deciso di installare il controtelaio vorrei inserire dei punti luce e degli interruttori. Come posso fare?

Il modello Luce è il controtelaio che permette di installare una porta scorrevole a scomparsa insieme a punti luce, oppure interruttori, termostati, prese elettriche o telefoniche.

A pavimento ultimato, dopo aver installato la porta nel controtelaio, mi accorgo che è rimasta una luce di parecchi centimetri fra la porta e il pavimento. E adesso che faccio?

La luce presente fra la porta e il pavimento è dovuta ad una differenza di quota fra il controtelaio montato e il pavimento finito, di livello più basso. Il controtelaio è stato installato, sopra dei mattoni, sul pavimento al grezzo, ed ora il suo livello si trova ed essere più alto di quello del pavimento finito. Se si regolasse solo la porta facendola scendere fino a filo del pavimento, questa non potrebbe scorrere più, perché incontrerebbe come ostacolo il basamento di mattoni. Si tratta di uno spiacevole, ma non infrequente, inconveniente nella messa in opera, che comporta un aumento dei costi e dei fastidi.

Eclisse lo ha risolto con il profilo sottoporta a strappo. È possibile rimuovere facilmente il profilo inferiore del controtelaio già installato per abbassare al suo interno il basamento di mattoni e riportarlo alla quota corretta, corrispondente al pavimento esistente. Successivamente si agisce sulle viti di sostegno della porta per abbassarla alla giusta altezza e ottenere un agevole scorrimento a circa 1 cm dal pavimento.

Alcuni amici hanno utilizzato nella loro casa delle porte scorrevoli, ma poi le pareti laterali dei cassoni sono “spanciate”, dilatandosi verso l’interno e le porte non riuscivano più a scorrere.

I controtelai Eclisse sono realizzati con componenti strutturali e con materiali che assicurano un’indiscussa robustezza, che evita qualsiasi rischio di deformazioni (concave o convesse) delle pareti del cassone. Ben 16 traversine orizzontali garantiscono un’elevata resistenza alle compressioni laterali e contrastano efficacemente le tensioni generate dalla maturazione dell’intonaco. Inoltre la struttura in lamiera zincata pesante, spessa fino a 1,2 mm, la traversa superiore in metallo e il particolare bugnato laterale della lamiera di tamponamento aumentano la rigidità del controtelaio e offrono la sicurezza di una grande resistenza.

Vorrei chiudere il bagno con una porta scorrevole. Ma temo che con il tempo l’umidità possa intaccare la struttura metallica del controtelaio. Come posso fare?

Eclisse ha realizzato uno speciale controtelaio preverniciato con tre strati di protezione (zincatura, poliestere e vernici epossidiche), appositamente destinato agli ambienti in cui si sviluppa un elevato tasso di umidità, come bagni, saune o piscine. Questo modello è stato anche testato scientificamente per valutare la sua resistenza alla corrosione. E’ stato collocato per 240 ore in una camera di nebbia salina (tasso di umidità 95% e 5% Nacl) ed ha superato la prova risultando assolutamente inattaccabile, senza subire la minima ossidazione.

Sto ristrutturando la mia casa e vorrei sostituire le vecchie porte a battente con dei sistemi scorrevoli a scomparsa che mi consentano di recuperare spazio. E’ possibile?

Le soluzioni Eclisse sono sempre più adottate nei lavori di ristrutturazione interna degli edifici, perché facili da installare e perché consentono di recuperare centimetri preziosi.

Nel caso di pareti in cartongesso, Eclisse ha studiato un apposito controtelaio di facile installazione, la soluzione ideale per modulare gli spazi interni.

Se invece siamo in presenza di un muro in laterizio già esistente, è bene adottare semplici accorgimenti. Dopo aver rimosso la vecchia porta a battente, si asporta con flex o martello la porzione di muro necessaria per l’installazione del cassone del controtelaio. In questa fase è bene verificare che, nella porzione di muro che andrà rimossa, non ci siano vincoli (cavi elettrici, impianti idraulici, pilastri o altro). Si può ora procedere all’installazione del controtelaio versione intonaco, con l’accortezza di posare sopra ad esso un architrave. A conclusione, sarà necessario rifinire l’intera parete con intonaco e pittura. Il falegname procederà quindi con l’installazione della porta scorrevole a scomparsa completa di stipiti. Il tutto può essere eseguito in una sola giornata di lavoro. Pavimento esistente o riscaldamento a pavimento non hanno alcuna controindicazione per l’installazione di un sistema Eclisse.

L’intonacatura sul controtelaio necessita di procedimenti particolari? Sono da aggiungere resine o additivi specifici?

L’intonacatura deve essere fatta in due strati, da applicare a circa 15 giorni di distanza. Il primo strato, grezzo, è dato a filo rete porta intonaco semplicemente utilizzando la stessa malta utilizzata per la costruzione del muro in laterizio. Il secondo strato invece, quello di finitura, sarà dello stesso tipo del resto della stanza. Non sono da aggiungere particolari additivi.

Cosa devo fare se la porta da montare pesa più di 80 Kg?

Per pannelli porta di peso superiore alla portata standard, richiedere lo specifico binario e gli appositi carrelli di scorrimento con portata 150 Kg.

In un controtelaio a scomparsa posso montare porte in legno, in laminato, con foro vetro, tutto vetro, vetro-alluminio?

In generale, tutti i produttori di controtelai a scomparsa, e quelli delle porte, lavorano con dimensioni standard ed è quindi possibile scegliere tra una vasta gamma di soluzioni, fatta eccezione per alcune tipologie di controtelaio. L’unica avvertenza da considerare è lo spessore del pannello porta, soprattutto quando il cliente decide di mettere una porta con foro vetro. In questo caso dobbiamo considerare lo spessore comprensivo dei coprifili ferma vetro. È quindi importante tenere presente la quota della sede interna. Il consiglio è quello di scegliere la porta prima del controtelaio.

Posso avere anche la porta motorizzata?

Sì, con i controtelai Eclisse è possibile decidere di automatizzare il movimento anche in secondo tempo.  A disposizione due motorizzazioni: Emotion e Eclis5.
L’installazione richiede l’intervento di un elettricista.

Ho un pavimento esistente, posso fissare il telaio direttamente sopra?

Si è possibile. La base del controtelaio è dotata di apposite alette forate in lamiera, che piegate a 180° ne consentono il fissaggio con tasselli al pavimento.

Qual è lo spessore minimo della parete per inserire un controtelaio?

I controtelai per porte scorrevoli a scomparsa sostituiscono la porzione di parete necessaria ad ospitare l’anta, per cui devono adattarsi perfettamente alla tipologia di muro interessata. Per le pareti in laterizio gli spessori disponibili sono 90, 108, 125 e 150 mm. Mentre per le ripartizioni a secco (normalmente si utilizza il cartongesso) gli spessori sono due e si adattano alle orditure standard presenti nel mercato: 100 (per una lastra di rivestimento) e 125 (doppia lastra). C’è da dire che le nuove tendenze stanno rendendo i committenti sempre più attenti alle performance termico/acustiche delle loro abitazioni per cui vengono preferite sempre più spesso pareti con spessori importanti.

Installazione - Controtelai Per Esterni

Quali sono le dimensioni foro architettoniche minime e massime per i controtelai da esterni?

Le misure minime e massime variano per tipologia di telaio.

I telai per persiana e inferriata e persiana + inferriata hanno le stesse misure e precisamente L= 550:1700 H= 500:2900 per le ante singole e L= 1100:3400 H= 500:2900 per le ante doppie.
I telai per persiana+inferriata e alzante+inferriata hanno le stesse misure e precisamente L=700:1700 H= 800:2900 per le ante singole e L= 1200:3400 H= 800:2900 per le doppie ante.

I telai per solo alzante scorrevole hanno L= 800:2000 H= 800:2900 per le ante singole e L= 1300:4000 H= 800:2900 per le doppie.

Qual è lo spessore del muro dentro il quale è installato il controtelaio da esterno?

Allo spessore del controtelaio che si decide di installare bisogna aggiungere lo  spessore del muro interno, esterno e dello strato isolante.

Quando si deve fare la scelta di installare il controtelaio da esterni?

Durante la progettazione dell’immobile.

Quali sono le valutazioni necessarie da considerare per la corretta scelta del controtelaio da esterni?

Dimensioni della luce architettonica (L x H) e le rispettive misure d’ingombro tenuto conto della presenza di eventuali vincoli strutturali come pilastri, impianti o altri fori porta. Il tipo di sistema a scomparsa che scorrerà all’interno del controtelaio (alzante, inferriata, persiana, alzante con inferriata o persiana, persiana con inferriata).

Spessore totale del muro, considerato che il controtelaio deve essere collocato tra la muratura esterna e quella interna. Lo spessore minimo valutabile per l’inserimento del controtelaio da esterno è di 25 cm + spessore controtelaio. Questo spessore aumenta in base allo spessore dell’isolante e alla tipologia di muratura scelta.

I controtelai da esterno hanno misure già definite o si possono personalizzare?

Tutti i controtelai esterni Eclisse si costruiscono secondo le dimensioni che il cliente ci richiede, considerando intervalli di 5 mm in altezza e in larghezza.

È possibile inserire anche più di un serramento scorrevole nel controtelaio da esterno?

Sì, si possono abbinare tra loro le tre tipologie base (alzante, persiana e inferriata). Nel caso dell’inferriata con persiana è utilizzato un solo cassone con due binari paralleli posti nella parte alta del cassone e un nasello guidaporta nella parte inferiore; nel caso dell’abbinata alzante con inferriata o persiana si utilizzano due cassoni indipendenti e uniti tra loro. Questa soluzione garantisce maggior ermeticità e isolamento all’interno del cassone.

Posso successivamente decidere di applicare qualsiasi tipologia di serramento?

No, il controtelaio è costruito per applicare un infisso di legno. Altre tipologie (alluminio/legno, alluminio, Pvc, altro) devono essere valutate dal nostro ufficio tecnico.

In relazione alle sedi interne di scorrimento, quale è lo spessore degli infissi ottimale?

Per gli alzanti lo spessore è di 68 mm; per le persiane ed inferriate 50 mm.

Quali sono i limiti di peso degli infissi da applicare?

120 Kg per le inferriate e le persiane; per gli alzanti invece il limite lo impone il fornitore della ferramenta dell’alzante stesso.

È possibile motorizzare anche l’infisso esterno?

Sì, ma solamente nel caso della persiana. La scelta deve essere fatta prima dell’ordine, poiché tale soluzione ha bisogno di un apposito controtelaio con dimensioni specifiche.

È possibile applicare l’intonaco direttamente sul controtelaio da esterno?

Eclisse consiglia di collocare sempre il controtelaio tra la muratura esterna e quella interna. È fondamentale tenere presente che è pur sempre una struttura che rimane vuota nella sede interna di scorrimento dell’infisso, ed essendo posto nei muri perimetrali esterni della costruzione è necessario che anche nella parte occupata dalla cassa siano rispettate le corrette esigenze di isolamento termico. Intonacare direttamente il controtelaio significa rinunciare alla “massa termica naturale ” del laterizio e creare così un “ponte termico” che potrà diventare causa di muffa e condensa.

È possibile la manutenzione ai controtelai da esterno?

Sì, sono tutti dotati di un esclusivo sistema che permette la rimozione sia dei carrelli di scorrimento che della guida dentro la quale scorrono, senza essere obbligati a dover intervenire sulla muratura.

L’inferriata a scomparsa prevede una chiusura di sicurezza?

Sì, le inferriate Eclisse, o la sola intelaiatura grezza, adottano di serie un sistema che prevede 2 vincoli di ancoraggio antiscasso; la serratura prevede una chiave a mappa completa di mezzo cilindro a profilo europeo di alta sicurezza.

Sicurezza

Vorrei utilizzare delle porte scorrevoli nella ristrutturazione della mia casa, ma i bambini sono sempre così vivaci e ho paura che possano urtarle e danneggiarle.

I controtelai Eclisse assicurano un supporto robusto e funzionale alla porta scorrevole, come dimostra il brillante superamento di un test di resistenza (Test di effrazione armonizzato con la norma UNI EN 1629:2000) predisposto per simulare gli urti accidentali più violenti. Un sacco molle del peso di 30 kg è stato fatto cadere ortogonalmente da diverse altezze su una porta scorrevole campione delle dimensioni di mm 1000 x 2100. La porta è rimasta intatta, senza subire danneggiamenti e senza modificare la forza iniziale di attrito all’apertura.